Oggi voglio proporvi un bouquet da sposa diverso. E mentre indugio su quali fiori e rami scegliere mi chiedo: come erano in passato i fiori per la sposa? Quando è nata questa usanza nuziale?


Pensate che essa è antichissima!
Cominciano dall’inizio.
In epoca addirittura prescristiana le spose si recavano in chiesa con in mano un rametto singolo o un mazzetto di erbe aromatiche, rosmarino o mirto, salvia o aglio, timo.


Erano di buon auspicio, simbolo di fecondità, e tenevano lontano gli spiriti maligni, che potevano influire negativamente sugli sposi. Una curiosità: durante la cerimonia gli sposi mangiavano alcuni rametti per il loro potere … afrodisiaco!


Le tradizioni e le mode possono tornare rivisitate anche a distanza di secoli! Proprio in questi anni sono  di moda i bouquet vegetali. Sono originali, allegri, green e decisamente innovativi.
Ecco il mio bouquet total green: una composizione di erbe aromatiche, rosmarino e salvia, con un tocco di colore dei ramoscelli di erica; il tutto racchiuso in foglie di felce. Più sfumature di verde come potete vedere …. e un profumo intenso!!

Alla prossima puntata!

Storia del bouquet da sposa a puntate – 1°

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *