Il melograno è un frutto che appena si vede sul banco al mercato o al supermercato, fa venire in mente il Natale, vuoi per il suo colore rosso, vuoi per quei chicchi dolci e succosi, vuoi perché, sistemato come centrotavola, dà subito quello speciale tocco di elegante e calda atmosfera, magari con accanto pigne dorate e bacche di rosa selvatica.

Una buccia spessa e, diciamocelo, poco allettante, che nasconde semi di un colore rosso brillante che mettono subito allegria.

Molte sono le leggende che riguardano il melograno, tutte legate al concetto di fertilità e di abbondanza: nell’antica Grecia era la pianta sacra di Venere e Giunone, la dea dei matrimoni fecondi; a Roma le spose lo usavano per acconciarsi i capelli.

Inoltre, in Turchia le donne lo lanciavano a terra perché, contando i semi fuorusciti dal frutto spaccato, avrebbero saputo il numero dei figli; in Dalmazia invece lo sposo trasferisce un albero di melograno dal giardino del suocero al suo.

                                                   

Ma non possiamo non considerare anche il lato più prettamente goloso del melograno che, essendo simbolo di prosperità, si ritrova spesso sulle tavola delle feste.

Nel linguaggio dei fiori, inserire in una composizione un frutto di melograno significa “amore forte che arde”.

Con un pizzico di fantasia e creatività si può realizzare una decorazione davvero carina e personalizzata. L’importante è utilizzare i colori tipici di questa stagione, capaci di donare alla casa un’atmosfera ancora più accogliente .

L’inspiration shoot che vi mostro oggi ha le sfumature di rosso dell’autunno. Adoro che il melograno sia un elemento ricorrente: ormai sapete che sono fissata con la frutta come decorazione e come vedrete questo frutto autunnale è davvero splendido come segnaposto, nei centrotavola e disegnato sulle partecipazioni.

Ogni mese un frutto: la melograna, simbolo d’amore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *